Consigli su come eliminare l'umidità in qualsiasi ambiente della propria casa

Pubblicato il da maryforever54

L'umidità che si forma negli ambienti domestici è la cosiddetta condensa che non ha niente in comune con l'umidità climatica, anche se, il principio è più o meno è lo stesso. 

L’umidità, infatti, si forma a causa di sbalzi di temperatura e maggiormente nel periodo invernale, quando con i riscaldamenti accesi si inizia a notare sui vetri quella leggera nebbiolina che vi si deposita. Semplice se la cosa fosse circoscritta solo ai vetri: il problema reale è che questo tipo di condensa non tralascia proprio nulla, si infila dappertutto creando muffa e cattivi odori. 

Vediamo, quindi, cosa si può fare per  eliminare l’umidità nella nostra casa!

Innanzitutto, ogni ambiente va trattato in maniera diversa. Incominciate dal frigorifero! Pulite bene con acqua e aceto bianco in parti uguali, asciugate e inserite un bicchiere pieno a metà di bicarbonato. Così facendo l'umidità in eccesso, causata dal continuo aprire e chiudere il frigo, sarà assorbita dal bicarbonato insieme ai cattivi odori. Un’altra soluzione sono i sacchetti che eliminano l'umidità dai piccoli ambienti, frigo compreso: questi sono dei sacchetti deumidificatori composti da betonite, un minerale che si trova in natura che ha potere assorbente. Basta posizionare i sacchetti nell'ambiente scelto e, quando il volume sarà aumentato, basterà metterli ad asciugare sui termosifoni per un paio d'ore e poi riposizionateli. La loro durata è di tre o quattro settimane.  

L'armadio, custode del vostro abbigliamento, merita un trattamento particolare! Svuotatelo e passatelo tutto con un panno di microfibra imbevuto di alcool profumato, fate attenzione ai piccoli funghi di muffa nascosti, eliminateli tutti e spruzzate un antibatterico, lasciate arieggiare bene e rimettete i panni. Lo stesso trattamento va riservato a tutti cassetti presenti in camera da letto. Fatto ciò potete mettere in ogni anta e cassetto un po' di cotone con poche gocce di essenza profumata di vostro gusto, da rinnovare una volta al mese. Questa è un buona abitudine contro la comparsa dell umidità in casa! 

Le scarpiere, invece, sono quelle più a rischio.  Tornando a casa infatti siamo soliti infilarci subito le scarpe senza farle prima prendere aria. Pertanto il consiglio è quello di svuotare le scarpiere e pulire con acqua e sapone di marsiglia, lasciate asciugare bene e ripassatele con lo stesso panno usato per l'armadio nuovamente imbevuto di alcool profumato. Potete utilizzare lo stesso stratagemma del cotone con essenza profumata, anche se sarebbe preferibile appenderci dentro dei sacchettini di tela pieni di talco per ottenere lo stesso risultato del frigo. 

Vediamo ora come trattare sgabuzzini e dispense per combattere la presenza di umidità. Naturalmente vanno svuotati e passati con appositi prodotti anti muffa, in commercio troverete degli spray adatti anche per la dispensa, finito il trattamento assicuratevi che vi sia sempre un ricambio d'aria costante. 

Il bagno e la cucina, infine, sono gli ambienti più umidi della casa. Lo sbalzo di temperatura dovuto all'uso di acqua calda per lavarsi in bagno e i fumi di cottura in cucina tendono a creare un ambiente umido costantemente. Questa umidità è la più difficile da combattere per cui preventivate l'intervento dell'imbianchino per tinteggiare i due ambienti con una pittura porosa ad alto potere assorbente. 

Messe in atto tutte queste soluzioni la vostra casa sarà protetta da umidità, muffa e cattivi odori. 

Commenta il post